Gli insulti del giovane Dante: poesia e politica a Firenze

afficheCycle de 4 conférences de Giuliano Milani (Université Gustave Eiffel, Paris Est)

Depuis Rome en streaming. Mai-juin 2021

Présentation et informations pratiques

Programme des conférences

Conferenze in lingua italiana

In modalità ibrida da: Ambasciata di Francia in Italia – Palazzo Farnese / Institut français Italia, Institut français – Centre Saint-Louis, École française de Rome – Piazza Navona e Fondazione Primoli.

Nel 2021, l’Italia celebra i 700 anni dalla morte di Dante Alighieri. Per l’occasione, l’École française de Rome invita a Roma Giuliano Milani, professore all’Université Gustave Eiffel (Paris-Est) per la quinta edizione delle “Lectures méditerranéennes”. Il ciclo di conferenze sarà incentrato su “Gli insulti del giovane Dante: poesia e politica a Firenze”.

Elisa Brilli, professoressa all’università di Toronto, co-autrice con Giuliano Milani di Vite Nuove (2021), parteciperà alla conferenza inaugurale.

La “tenzone” (competizione poetica articolata in provocazioni e risposte) con Forese Donati occupa un posto particolare tra le opere di Dante. Si compone di tre sonetti ingiuriosi nei quali Dante accusa il suo vicino di impotenza, povertà miserabile, furto e ingordigia, nonché dei sonetti di risposta, attraverso i quali Forese accusa a sua volta Dante d’essere figlio di un usuraio, di non disporre di ricchezze sufficienti e di non essere stato capace di compiere una vendetta. Scritto poco dopo le poesie d’amore e la Vita Nova, questo scambio non ha mai smesso di far discutere i ricercatori, che lo hanno classificato come sperimentazione stravagante e anche addirittura considerato come un falso. Al contrario, una volta collocata nel contesto del conflitto tra “magnati” e “popolani” che contraddistingue la Firenze degli anni 1290, la tenzone diviene una fonte storica importante del progetto popolare volto a disciplinare i comportamenti dei magnati e della reazione di quest’ultimi. Questa interpretazione collega lo scambio poetico al primo impegno politico di Dante (che avviene negli stessi anni) e permette così di riconoscere la sua coerenza nel percorso biografico dell’autore della Commedia.


Laisser un commentaire

Votre adresse e-mail ne sera pas publiée. Les champs obligatoires sont indiqués avec *

Ce site utilise Akismet pour réduire les indésirables. En savoir plus sur comment les données de vos commentaires sont utilisées.

Rechercher dans OpenEdition Search

Vous allez être redirigé vers OpenEdition Search